I Briganti

I Briganti

di Contrada Pace

Narra una storia dei nostri vecchi che, agli inizi del 1700, viveva in contrada Pace un brigante terribile e astuto che derubava i ricchi villeggianti ed era soprannominato “ Il Solitario” perché lavorava da solo e non si fidava di nessuno.

Ma un brutto giorno fu tradito e finì nelle carceri di Venezia. Venne condannato a morte, ma prima della sentenza riuscì a consegnare un messaggio per il fratello a un altro recoarese, il quale però, letto il messaggio che spiegava dov’era nascosto il tesoro del brigante, decise di cercarlo e tenerlo per sé.
Dopo averlo trovato, caricò su un mulo il pesante fardello di monete d’oro per portarlo in contrada Storti dove doveva servire per edificare una chiesa. Ma giunto in contrada Giorgetti il mulo non volle più saperne di proseguire, così il ladro pensò che dove si era fermato il mulo, lì si doveva costruire la chiesa.
Iniziarono così i lavori e nel 1726 venne inaugurata la Chiesa dei Giorgetti con le sue campane argentine, ancora esistente.

I Briganti
I Briganti - XXI Chiamata di Marzo 2018

Ringraziamenti

Ringraziamo sentitamente tutti i capicarro della XXI edizione e quanti hanno contribuito all’aggiornamento del sito con invio di foto e testi ricchi di notizie storiche, curiosità e testimonianze derivanti dalla tradizione recoarese. Un ringraziamento speciale agli alunni dell’Istituto Comprensivo “Floriani” (Scuola Secondaria di 1° grado) di Recoaro Terme, coordinati dalla prof.ssa Manuela Santagiuliana, che hanno collaborato attivamente e con entusiasmo alla realizzazione della sezione dedicata alle Contrade di Recoaro, con testi e foto personali.

Ringraziamenti e Riferimenti bibliografici

Contattaci e chiedici maggiori informazioni

Inserisci il tuo nome e cognome.
Inserisci il tuo indirizzo email o un numero telefonico per essere contattato
Input non valido
Valore non valido
Chiamata di Marzo XXI edizione 2018

Seguici su Instagram @chiamatadimarzo