La Chiamata di Marzo è storia di gente di montagna

La Chiamata di Marzo è storia di gente di montagna

Eccolo il giorno dopo. Il giorno dopo la Chiamata di Marzo.
Il giorno in cui tutto torna alla normalità e l'euforia lascia spazio alla malinconia.
Nelle contrade tutti i carri tornano nelle loro "cucce", quasi come andassero in letargo. Nell'aria c'è quasi un velo di tristezza.
Il pensiero del giorno prima però è sempre lì presente. Il ricordo di una giornata che, qualsiasi siano le situazioni meteorologiche, porta sempre grandi emozioni.

Sì, perché la Chiamata di Marzo è una cosa che forse a parole non si può spiegare.

La Chiamata di Marzo è festa, è condivisione, è l'ansia dei preparativi, è vedere nelle contrade i propri carri prendere vita, è il "non posso, quel giorno ho la Chiamata", è quella cosa che quando ad un recoarese chiedono "è bella da vedere?" il recoarese risponde "non lo so, non l'ho mai vista, l'ho sempre fatta", è un'attesa lunga due anni, è fierezza, è orgoglio, è trovarsi mesi prima per organizzare e sapere già che ogni incontro sarà una festa, è finirne una e pensare già alla prossima, semplicemente è la nostra festa.

Quella festa che unisce tutti, che tutti non vedono l'ora arrivi.
Quella giornata di festa che sembra duri soltanto cinque minuti rispetto a tutto il tempo che l'aspettiamo: non te ne rendi nemmeno conto, un battito di ciglia e tutto è già finito.
Il giorno dopo ti svegli e quasi ti scende la lacrimuccia, torni in centro e vedi le strade "segnate" dalla grande festa del giorno prima, i piedi quasi non li muovi da quanto fanno male ma la Chiamata di Marzo è anche questo.

È unione, è la soddisfazione di aver fatto divertire e essersi divertiti perché poi il freddo passa, il male ai piedi lo sopporti, anzi, ci balli pure sopra perché quel male non lo vuoi proprio sentire. È quella sensazione di stanchezza infinita ma che ti rende dannatamente felice.
È quell'emozione di sentire tutti insieme cantare "fora febraro che marso xè qua"! E se sei un recoarese ti viene semplicemente il pel d'oca dall'emozione.

Perché la Chiamata di Marzo è una cosa troppo importante, la Chiamata di Marzo è storia di gente di montagna.

Fiera di essere recoarese!

#chiamatadimarzo2018 #chiamatadimarzo #ciamarmarso #recoaroterme#tradizioni #emozioni

Morgana Faccio


AREA STAMPA

Citazioni e articoli che parlano di noi e FOTO AD ALTA RISOLUZIONE destinate alle testate giornalistiche e alle pubblicazioni online e offline.


VIDEO

Guarda i VIDEO della sfilata della Chiamata di Marzo, le INTERVISTE ed i SERVIZI TV su questa spettacolare manifestazione.


GLOSSARIO

Ci sono termini e parole che non conosci? scopri il loro significato nel nostro GLOSSARIO DELLA CHIAMATA DI MARZO.

Ringraziamenti

Ringraziamo sentitamente tutti i capicarro della XXI edizione e quanti hanno contribuito all’aggiornamento del sito con invio di foto e testi ricchi di notizie storiche, curiosità e testimonianze derivanti dalla tradizione recoarese. Un ringraziamento speciale agli alunni dell’Istituto Comprensivo “Floriani” (Scuola Secondaria di 1° grado) di Recoaro Terme, coordinati dalla prof.ssa Manuela Santagiuliana, che hanno collaborato attivamente e con entusiasmo alla realizzazione della sezione dedicata alle Contrade di Recoaro, con testi e foto personali.

Ringraziamenti e Riferimenti bibliografici

Contattaci e chiedici maggiori informazioni

Inserisci il tuo nome e cognome.
Inserisci il tuo indirizzo email o un numero telefonico per essere contattato
Input non valido
Valore non valido
Chiamata di Marzo XXI edizione 2018

Seguici su Instagram @chiamatadimarzo